lunedì 27 febbraio 2012

Appunti per acquisti - Febbraio 2012

Eccola qua, l’ennesima, fantasmagorica rubrica di questo piccolo blog che avrà l’onore di indicare le uscite più meritevoli prossime venture in ambito ovviamente fumettistico.
Le mie indicazioni ovviamente si baseranno sui tre cataloghi di riferimento che vengono editati nel nostro paese: Anteprima, Mega e Premiere.

Partiamo dunque con questi appunti per gli acquisti con le uscite previste per il mese di aprile 2012 e dintorni.

L’onore di aprire la rubrica spetta a Lion che finalmente proporrà anche in Italia il tanto chiacchierato reebot della Dc Comics. I New 52 verranno inizialmente proposti in ben sette nuove serie regolari, tra cui ovviamente spiccano il nuovo Batman, il nuovo Superman e la nuova Justice League. Ho tanta curiosità attorno alla nuove serie targate DC ma credo che mi butterò sui rispettivi volumi monografici che prima o poi Lion farà uscire. Aspettare per credere.
Sempre per i tipi della Lion, questa volta sponda Vertigo, devo segnalare l’uscita di un nuovo volume di American Vampire (Selezione naturale) del sempre ottimo Scott Snyder e del tanto atteso, ma solo per palati finissimi, ritorno della Doom Patrol a firma Grant Morrison. Un primo volume di ben 304 deliranti pagine come solo Morrison sa concepire.
Sempre Lion proporrà l’ennesima, inutile ristampa del Dark Knight di Miller e del suo pessimo seguito DK2. Ma veramente si sentiva il bisogno di una nuova ristampa di questi due libri? A quante edizioni siamo arrivati con queste? Non contenta, Lion per lo stesso mese annuncia anche la quarta (o quinta?) edizione di Batman: Arkham Asylum. Direi che è ora di dire basta e possiamo tranquillamente passare oltre.

Nel nostro giro a caso per i cataloghi trovo meritevole di segnalazione La banda Stern per Rizzoli Lizard, una spietata ma vera storia, a firma Enoch e Stassi.

Passiamo alla Magic Press che propone ancora un bel volume di Hellboy (n°11) e l’interessante 30 giorni di notte: Di nuovo di notte che si fa bello con le firme eccellenti di Joe R. Lansdale e Sam Kieth. Non c’è il bisogno di dire chi siano questi due illustri signori.

Chiudiamo questo piccolo intervento con Panini, l’editore di riferimento per i comics in terra italica.
Ormai il catalogo offerto da questo editore è molto variegato e tocca tante realtà in giro per il mondo. Ovviamente però la Marvel rimane comunque il faro di riferimento e ad aprile troveremo nelle edicole The Avengers n°1 (e te pareva che non mettevano il nome inglese) la nuova, ennesima testata vendicativa.
Per la nuova collana ombrello Marvel Select finalmente avremo l’opportunità di vedere Moon Knight, l’ultima fatica del duo Bendis & Maalev. Personalmente attendo questa serie con una certa apprensione per tre motivi. In primo luogo perché il personaggio per il sottoscritto ha sempre avuto un certo fascino sin dai tempi di Moench & Sienkiewicz. In secondo luogo perché Mark Spector ultimamente è stato parecchio maltratto da team creativi non adeguati e, terzo, perché Bendis e Maalev in coppia fanno meraviglie. Vedremo.
Un recupero d’annata e azzeccatissimo invece è il nuovo Marvel Gold dedicato a Spider-Man,  La morte di Jean DeWolff. Testi del sempre ottimo Peter David e ottima saga noir incentrata su un serial-killer d’eccezione, il Mangiapeccati.
Chissà se il peso del tempo ha intaccato il fascino della mia prima lettura.
Sempre in ambito di ristampe, Panini inizia a raccogliere in volumi la bellissima run di Devil firmata da Brubaker & Lark. Come dite? A voi piace il Devil di Waid e Martin? Allora siete senza speranza…
Passando oltre le proposte Marvel, Panini ci delizierà nel mese di maggio con Caligola. All’apparenza, una bella proposta targata Avatar che porta la firma dell'americano David Lapham.
Concludiamo gli Appunti per acquisti di questo mese segnalando il secondo e ultimo volume di Gipsy, con le matite di Enrico Marini, ed il 14° volume di The Boys che porta in copertina una gustosa parodia del Dark Knight di Miller.

RIGOROSAMENTE DA EVITARE
Questo mese direi sicuramente Deadpool n°11, del resto ho sempre trovato inutile questo personaggio e non capirò mai il perché del suo successo. La seconda cosa da evitare sarà Castle: Tempesta mortale, ennesimo fumetto tratto da una serie Tv. Personalmente questo tipo di proposta l’ho sempre evitata come la peste.

Per questo mese basta così. Come dite? Nel mio articolo non c’è traccia di alcun manga? Per forza, nel mio blog si parla di comics. Per i manga andate a rivolgervi altrove!

Un brindisi agli amici assenti.

2 commenti:

Pino Cuozzo ha detto...

A fox..ma scherzi? il Daredevil di Waid è pura meraviglia!

Federico "Fox" Foglietta ha detto...

Dici? Non amo il tratto di Martin mentre Waid non si discute. La run di Brubaker invece è un pezzo da novanta capace di tenere testa al Devil di Bendis.
Per me Devil deve avere solide basi noir, Miller ha tracciato la via ormai da tempo. Ovviamente è un gusto strettamente personale.

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...