giovedì 10 marzo 2011

Top & Flop - Febbraio

Top & Flop sarà una nuova rubrica di questo blog che a cadenza mensile (spero!) avrà lo scopo di segnalare, secondo i mei personalissimi gusti, le migliori e le peggiori letture che mi sono capitate tra le mani in un determinato mese.
Preciso subito che potrà capitare una discordanza tra il mese di uscita del singolo albo e la mia effettiva lettura.
Sapete com’è, ogni tanto devo fare anche il padre…


PRIMO TOP
ASSEDIO n°4
Come ho scritto in una piccola recensione di questo blog, questa mini è stata un degno finale di un arco narrativo veramente fatto bene. Dark Reign ovviamente non poteva durare in eterno e Assedio è stato il suo buon epilogo.
Abbiamo assistito al fato di Sentry, Ares, Loki e Osborn attraverso le ottime tavole di Coipel, qui al massimo della sua classe.
Unica pecca di questa mini è la sua breve durata. Infatti, se pensiamo che la tragicomica Secret invasion è durata ben otto numeri rimane un pochino di amaro in bocca.
Voto: 7.5


SECONDO TOP
IRON MAN n°34
Ormai siamo all’epilogo del Dark Reign di Norman Osborn e delle ottime serie che hanno fatto da contorno al tutto. In questo albo purtroppo si conclude la serie dei Dark Avegers degli ottimi Bendis e Deodato Jr. ed è un vero peccato, perché questa serie è stata la più avvincente e la meglio illustrata di tutte le testate vendicative di questo ottimo periodo narrativo. Merita una segnalazione anche la storia con il saluto finale alla memoria di Sentry. Magari non sarà il massimo, ma si lascia leggere con piacere e possiede un buon pathos.
Voto: 7


TERZO TOP
X-MEN DELUXE n°190
Fortuna che esiste X-Men Deluxe! Infatti così riusciamo a goderci anche in italiano le splendide storie di X-Factor orchestrate da Peter David. Un mix di avventura, umorismo e buoni disegni. Da segnalare anche il continuo della saga Necrosha, anche se non eccelle particolarmente di originalità.
Aspetto la sua conclusione per esprimere un giudizio più completo.
Voto: 6.5



TERZO FLOP
POWERS – Leggende
Una nota dolente di questo mese si chiama Powers. Questa serie non riesce proprio a coinvolgermi. Lo sceneggiatore Bendis, di idee ne inserisce molte e spesso molto interessanti, ma la sua tendenza a diluire le storie con dialoghi inutili prende purtroppo il sopravvento nel mio giudizio.
Anche i disegni, con lo stile cartoon tipico di Oeming, non mi esaltano e non mi forniscono l’adeguata atmosfera spesso molto vicina a tematiche noir.
Voto: 6 di stima



SECONDO FLOP
THE BOYS – La società dell’autoconservazione
Per chi scrive Ennis è un genio. Come già detto in un paio di recensioni lo trovo adeguato per scrivere contro i supereroi e lo trovo adattissimo a scrivere le storie del Punitore. Su The Boys, invece, lo trovo eccessivamente verboso e inserisce trovate spesso gratuite che mi sanno di già visto. L’aspetto grafico, per questa occasione in mano a Ezquerra e McCrea, lascia molto a desiderare e evito di dire di più.
Aspetto ancora da questa serie il salto di qualità che purtroppo tarda ad arrivare.
Voto: 5



PRIMO FLOP
CAPITAN AMERICA n°8
Nelle note di apertura Giorgio Lavagna scrive “Operazione: punto zero (la storia di apertura dell’albo, n.d.F.), rimasta misteriosamente nel cassetto per due anni”. Una volta letta direi che si capisce benissimo per quale motivo hanno aspettato così tanto prima di pubblicarla! Una storia talmente bislacca da far tremare i polsi. Dove si narra addirittura di dischi volanti costruiti niente meno che dai nazisti. Lasciatemi scrivere che la Seconda Guerra Mondiale è stata una cosa troppo seria per vederla trattata in questa maniera. Scrivere fumetti così, si cade veramente nel ridicolo.
Voto: 2

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...