lunedì 26 luglio 2010

Metauro

Metauro
Testi & disegni: Michele Petrucci
Settembre 2008
Tunuè

Lettura dal gusto particolare questo Metauro.
Raccontato con una sobria bicromia, questo volume edito da Tunuè, racconta di una epica battaglia tra romani e cartaginesi che si è svolta nei pressi delle sponde del fiume Metauro che ha le sue foci vicino alla città di Fano.
Protagonista della storia è Sileno, un anziano signore che racconta allo stesso Petrucci la sua vita a fianco di Asdrubale e la sconfitta dell’esercito cartaginese in prossimità della città marchigiana.
Metauro rimane sul filo della realtà storica e della fantasia. Il passato è legato a filo doppio con il presente e Petrucci è abile a mescolare la documentazione storica con la storia in prima persona del maestro e cronista di Asdrubale.
Leggere Metauro lascia nel sottoscritto una curiosità particolare perché i luoghi citati dall’autore rimangono a pochi chilometri da dove abito.
Complice la mia pressochè totale ignoranza sulla battaglia che si è svolta tra romani e cartaginesi sulle sponde del fiume, la mia attenzione è stata subito catturata.
Petrucci è ammirevole nella ricostruzione della vicenda storica ma è anche abilissimo a tratteggiare gli stati d’animo dei protagonisti.
Lo stile semplice e diretto del tratto di Petrucci blocca le immagini in pose statiche lasciando immaginare al lettore tutto lo scorrere del tempo.
I testi semplici e didascalici non lasciano mai nessun dubbio sulla verità storica della vicenda ma dove le persone diventano decisamente più importati della Storia.
Perfetta per la vita di Sileno è la citazione di Eschilo che sta alla base narrativa di tutto Metauro.“La saggezza si conquista attraverso la sofferenza”.

GIUDIZIO IN SINTESI
Storia: 7
Disegni: 6.5
Redazionali: 7
Edizione italiana: 7

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...