giovedì 29 luglio 2010

The Punisher dopo Ennis

100% Marvel Max
The Punisher – Ragazze in abito bianco
Testi: Gregg Hurwitz
Disegni: Laurence Campbell
Gennaio 2010
Panini Comics







100% Marvel Max
The Punisher – Sei ore per uccidere
Testi: Duane Swierczynski
Disegni: Michel Lacombe
Maggio 2010
Panini Comics

Purtroppo c’era da aspettarselo.
Sulle pagine di The Punisher il dopo Garth Ennis è coinciso con un calo della qualità della trama davvero preoccupante.
Per scrivere un personaggio abbastanza banale come il Punitore e far in modo che renda al pieno delle sue potenzialità, la Marvel aveva trovato in Garth Ennis lo scrittore perfetto.
Nella sua run per la linea Max della Marvel, lunga ben sessanta numeri, Ennis è riuscito a dare nuova vita ad un personaggio fragile dal punto di vista dei comprimari, banale dal punto di vista dei contenuti e privo di quell’appeal sul pubblico avendo sulle spalle già più di trent’anni di storie più o meno infelici.
Con Ennis, il Punitore è tornato credibile ed è stato lanciato in avventure dal sapore realistico e brutale. Impossibile non citare storie come Gli Schiavisti o L’uomo di Pietra, l’invenzione di personaggi come Barracuda o il bellissimo volume finale Valley Forge, Valley Forge.
Ennis, nello scrivere le storie di Frank Castel, ha fatto un lavoro sontuoso che difficilmente potrà essere replicato da qualche altro autore. Purtroppo Hurwitz e Swierczynski non sono due autori perfetti come Ennis.
Intendiamoci, i due volumi oggetto di questo post si leggono bene e sono un buon divertimento ma, per chi ha letto e ammirato il lavoro di Ennis, sono decisamente sotto tono e imparagonabili con la vecchia gestione.
Le trame di Hurwitz e Swierczynski sono cattive, crudeli e cercano di trattare argomenti scabrosi come già tracciato dalla gestione Ennis, ma non hanno lo stesso mordente e lo stesso pathos. Le storie non hanno anima.
Credo che la differenza sia che Hurwitz e Swierczynski sono solo degli onesti scrittori che fanno il loro mestiere ma che non possono reggere il confronto con una superstar come Garth Ennis.
La Marvel ha da poco rilanciato la serie The Punisher affidandola ad un bravo scrittore come Jason Aaron, il quale sta facendo parlare di sé per le trame della serie realistica e violenta Scalped edita dalla Vertigo.
Magari Jason Aaron potrà essere lo scrittore perfetto per narrare le avventure tormentate del nostro Punisher.

GIUDIZIO IN SINTESI
Storia: 5
Disegni: 6.5
Redazionali: 6.5
Edizione italiana: 7

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...